Ermopoli
L'antica città della conoscenza
  
    
Torna indietro   Ermopoli > Forum > Tempio > Tradizioni Spirituali ed Esoteriche

 
 
Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Vecchio 13-01-2009, 23.55.41   #101
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Enoch Visualizza messaggio
Posso comunque capire che alla maggior parte dei visitatori del forum non è interessato al parlare di al-chimia ovvero di esperimenti pratici, di "chimica", ma piuttosto di alchimia interiore.
E' questo il diffuso errore in cui molti incappano, ovvero considerare chimica e alchimia collegate solo per la loro assonanza fonetica. Assonanza che tuttavia denota chiaramente una "parentela", il problema è che in passato molti spagiristi erano veramente convinti di fare alchimia, di possedere la Scienza, così si professavano alchimisti e poi quando si "inventarono" la chimica le diedero un nome simile pensando che derivasse da essa.

Quindi è vero che la chimica come nome deriva dall'alchimia, ma era spagiria e non alchimia.

Citazione:
La cosa che sfugge a molti utenti di questo tipo è che la realizzazione della pietra potrebbe essere una strada (maestra secondo me) per realizzarsi anche in senso interiore poichè l'alchimista operativo è ben cosciente che il potere della pietra non è solo quello a cui il volgo aspira ovvero di trasmutare il piombo in oro, ma è quello di guarire in senso fisico le persone ed anche consentire una loro guarigione in senso spirituale.
Non sono contro il tuo operato, dico soltanto che quella che tu chiami alchimia in realtà è spagiria. Anche Uno te l'ha detto varie volte, se fossi realmente un alchimista sapresti esattamente cosa fare e che risultati ottenere (ancora prima di ottenerli), perchè la sostanziale differenza è questa: l'Alchimia va lenta ma sa bene cosa fare, se invece si procede di volta in volta per tentativi e poi si osservano e analizzano i risultati allora è spagiria più che altro (ovvero la moderna chimica)...

Dico questo a mo' di chiarimento visto che c'è un po' di confusione in giro, ma l'alchimista prima di mettersi dietro ai fornelli ha da fare tutto uno studio filosofico che alla fine lo porterà a procedere con saggezza e non a tentativi..
Kael non è connesso  
Vecchio 14-01-2009, 11.35.44   #102
Sole
Conosce ogni vicolo
 
Data registrazione: 31-08-2005
Messaggi: 5,653
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio

Vergine è una particolare condizione in cui alcune forze (le chiamerò così ma sostituisci pure con ormoni e simili) si trovano a spingere, ma ancora non hanno iniziato un certo processo, La condizione virginale da questo punto di vista è riproducibile... ma adesso sta a te cercare di capire (sempre se ti interessa) quello che ti sto dicendo.
Per usare una metafora, se prendi un motore nuovo di zecca, con la sua benzina etc... prima di metterlo in moto la prima volta è una cosa, dopo qualche migliaio di chilometri è un'altra cosa sebbene sia uguale, giri uguale, la benzina è uguale etc.... magari gli fai rettificare i cilindri e torni all'inizio (almeno per ciò che riguarda il motore)


Io avrei risposto lo stesso che ha detto Enoch e mi metto in coda per gli approfondimenti quando hai tempo, o chi per te che abbia un'idea perchè sarebbe utile anche per avvicinarsi a comprendere la verginità di Maria di cui parliamo dillà.

E' inerente anche al latte virginale?
__________________
Se non sarò me stesso chi lo sarà per me? E se non ora, quando?
Sole non è connesso  
Vecchio 14-01-2009, 11.58.51   #103
Enoch
Ristruttura la casa
 
L'avatar di Enoch
 
Data registrazione: 21-03-2006
Messaggi: 305
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio

...

Non sono contro il tuo operato, dico soltanto che quella che tu chiami alchimia in realtà è spagiria. Anche Uno te l'ha detto varie volte, se fossi realmente un alchimista sapresti esattamente cosa fare e che risultati ottenere (ancora prima di ottenerli), perchè la sostanziale differenza è questa: l'Alchimia va lenta ma sa bene cosa fare, se invece si procede di volta in volta per tentativi e poi si osservano e analizzano i risultati allora è spagiria più che altro (ovvero la moderna chimica)...

Dico questo a mo' di chiarimento visto che c'è un po' di confusione in giro, ma l'alchimista prima di mettersi dietro ai fornelli ha da fare tutto uno studio filosofico che alla fine lo porterà a procedere con saggezza e non a tentativi..
Sono certamente interessato alla materia e la stò studiando, ma che tu mi attribuisca il fatto che mi sia autoproclamato un alchimista mi sembra distorcere leggermente il pensiero che ho espresso nei miei post precedente e comunque non mi sembra una risposta molto produttiva per quanto riguarda l'argomento in se stesso.

Mi spiace ma il solo studio autodidatta non è sufficiente per diventare un'alchimista, poichè si dice in giro che per diventare alchimista o si ha una rivelazione divina su come si deve procedere o da un maestro, cose che (specialmente la prima) fino ad ora non mi sembra di avere avuto quindi l'alternativa è o non fare niente oppure fare qualcosa magari sbagliando quindi anche su questo punto non siamo d'accordo.

Inoltre mi piacerebbe sapere quale è esattamente questo punto di confine tra alchimia o spagiria, se il bicchiere è mezzo pieno, o se il bicchiere è mezzo vuoto.

Una domanda: l'urina è derivata da un procedimento alchemico o spaigirico o chimico?
Enoch non è connesso  
Vecchio 15-01-2009, 00.53.31   #104
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Enoch Visualizza messaggio
Sono certamente interessato alla materia e la stò studiando, ma che tu mi attribuisca il fatto che mi sia autoproclamato un alchimista mi sembra distorcere leggermente il pensiero che ho espresso nei miei post precedente e comunque non mi sembra una risposta molto produttiva per quanto riguarda l'argomento in se stesso.
Non ho mai detto questo. Mi sono solo limitato a raccontare le origini della chimica e del perchè possegga questo nome.

Citazione:
Mi spiace ma il solo studio autodidatta non è sufficiente per diventare un'alchimista, poichè si dice in giro che per diventare alchimista o si ha una rivelazione divina su come si deve procedere o da un maestro, cose che (specialmente la prima) fino ad ora non mi sembra di avere avuto quindi l'alternativa è o non fare niente oppure fare qualcosa magari sbagliando quindi anche su questo punto non siamo d'accordo.
Non sta certo a me dirti cosa devi fare, col post sopra ho solo cercato di chiarire meglio la differenza fra alchimia e spagiria visto che spesso le vedo troppo confuse una con l'altra.

Citazione:
Inoltre mi piacerebbe sapere quale è esattamente questo punto di confine tra alchimia o spagiria, se il bicchiere è mezzo pieno, o se il bicchiere è mezzo vuoto.
La differenza è enorme. Grossomodo potremmo dire che la spagiria è una sottosezione dell'Alchimia, facile quindi che un alchimista conosca bene anche la spagiria, ma difficile se non impossibile che uno spagirista conosca l'alchimia. Come detto uno opera sostanzialmente a livello filosofico (e quindi può operare anche a tutti gli altri livelli, fisico, etc..) mentre l'altro opera a livello fisico e basta. La Pietra quindi non si raggiunge con la sola spagiria (visto che si chiama Pietra Filosofale e non Pietra Fisica), anche se poi ognuno ha il suo metodo e quindi può essergli utile passare anche per questa, ma non mi pare di averti criticato per questo. Ho solo chiarito il quesito di Nikelise...

Citazione:
Una domanda: l'urina è derivata da un procedimento alchemico o spaigirico o chimico?
Chimico.
Kael non è connesso  
Vecchio 15-01-2009, 01.45.04   #105
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Che coloro che pensano che l'Alchimia è strettamente di natura terrestre, minerale e metallica, rinuncino.
Che coloro che pensano che l'Alchimia è unicamente spirituale, desistano.
Che coloro che sia soltanto un simbolo destinato a svelare per analogia il percorso della realizzazione spirituale, in una parola che l’uomo sia la natura prima e l'athanor dell’opera, abbandonino…

Così diceva Claude d'Ygé, perdonatemi se cito, di solito non mi piace farlo, ma stavolta non avrei potuto scrivere qualcosa di migliore
Uno non è connesso  
Vecchio 16-01-2009, 22.44.03   #106
Enoch
Ristruttura la casa
 
L'avatar di Enoch
 
Data registrazione: 21-03-2006
Messaggi: 305
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
...
La differenza è enorme. Grossomodo potremmo dire che la spagiria è una sottosezione dell'Alchimia, facile quindi che un alchimista conosca bene anche la spagiria, ma difficile se non impossibile che uno spagirista conosca l'alchimia. Come detto uno opera sostanzialmente a livello filosofico (e quindi può operare anche a tutti gli altri livelli, fisico, etc..) mentre l'altro opera a livello fisico e basta. La Pietra quindi non si raggiunge con la sola spagiria (visto che si chiama Pietra Filosofale e non Pietra Fisica), anche se poi ognuno ha il suo metodo e quindi può essergli utile passare anche per questa, ma non mi pare di averti criticato per questo. Ho solo chiarito il quesito di Nikelise...

Chimico.
Per quanto riguarda la materia "filosofica" (o l'operare filosoficamente) potresti indicarmi un'esempio concreto di che cosa sia?

Si legge che l'alchimista deve raggiungere un livello tale che la materia con la quale opera diviene un tutt'uno con lui, o concetti simili.
Quindi più che il tipo di materia o materiale in se stesso scelto per realizzare l'opera per l'alchimista diventa ancora più importante il "feeling" che esso instaura con essa.
A livello intuitivo e logico per una persona risulterà difficile sentire una pietra, di qualsiasi foggia o materiale che sia, parte di se stesso piuttosto che un membro del suo corpo stesso, mettiamo un piede.
Ecco quindi il perchè l'urina è sicuramente il candidato per eccellenza per essere identificata comp prima materia, poichè proviene direttamente dal corpo stesso dell'alchimista, ovvero fino a poco tempo prima era una parte di lui stesso.
Quindi se l'alchimista si dovrà "sintonizzare" con la materia avrà più difficoltà con una roccia (od un'oggetto) qualsiasi o con la propria urina?

Penso di non essere il solo a pensarla cosi...

Interessante la prima e seconda figura del manoscritto "Cabala Mineralis". Mi piacerebbe che qualcuno posti i suoi commenti su queste figure e su quanto detto.

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  cabmin01.jpg
Visite: 907
Dimensione:  49.7 KB

Clicca sull'immagine per ingrandirla

Nome:  cabmin02.jpg
Visite: 909
Dimensione:  25.3 KB

Qui dovrebbe essere possibile scaricare l'intero manoscritto in alta risoluzione.

http://robertwhirl.com/alchemia/PON/Cabala_Mineralis_Manuscript_book1.pdf
Enoch non è connesso  
Vecchio 17-01-2009, 02.30.31   #107
Ray
E' praticamente nato/a qui
 
L'avatar di Ray
 
Data registrazione: 10-08-2005
Messaggi: 7,218
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Enoch Visualizza messaggio
Ecco quindi il perchè l'urina è sicuramente il candidato per eccellenza per essere identificata comp prima materia, poichè proviene direttamente dal corpo stesso dell'alchimista, ovvero fino a poco tempo prima era una parte di lui stesso.
Mah... se proprio si vuole parlarne in questi termini, la logica dice, come avevo già suggerito invano, che meglio dell'urina il candidato son le feci... oltre alle corrispondenze analogiche con gli altri livelli (anche se per te continua ad esistere solo quello prettamente materiale) si accorda alle varie descrizioni che si trovano in giro, tipo quella da te citata.
Ray non è connesso  
Vecchio 17-01-2009, 14.04.27   #108
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Enoch Visualizza messaggio
Per quanto riguarda la materia "filosofica" (o l'operare filosoficamente) potresti indicarmi un'esempio concreto di che cosa sia?
La materia filosofica è già la Pietra finita, visto che si deve partire dal metallo volgare per arrivare al metallo filosofico. Se si opera solo fisicamente sul metallo volgare esso resterà sempre volgare (per quanto raffinato lo si possa far diventare) ma non farà mai il "salto di qualità"...

Sull'operare filosoficamente, beh, questo è il segreto dei segreti, altrimenti sarebbero tutti Iniziati... Lasciano intendere però che solo decifrando il linguaggio allegorico che l'Alchimia usa si potrà accedere al giardino segreto dei filosofi.


Citazione:
Si legge che l'alchimista deve raggiungere un livello tale che la materia con la quale opera diviene un tutt'uno con lui, o concetti simili.
Quindi più che il tipo di materia o materiale in se stesso scelto per realizzare l'opera per l'alchimista diventa ancora più importante il "feeling" che esso instaura con essa.
A livello intuitivo e logico per una persona risulterà difficile sentire una pietra, di qualsiasi foggia o materiale che sia, parte di se stesso piuttosto che un membro del suo corpo stesso, mettiamo un piede.
Ecco quindi il perchè l'urina è sicuramente il candidato per eccellenza per essere identificata comp prima materia, poichè proviene direttamente dal corpo stesso dell'alchimista, ovvero fino a poco tempo prima era una parte di lui stesso.
Quindi se l'alchimista si dovrà "sintonizzare" con la materia avrà più difficoltà con una roccia (od un'oggetto) qualsiasi o con la propria urina?

Penso di non essere il solo a pensarla cosi...
Fulcanelli descrive la materia prima come "una massa solida, nera, densa, fibrosa, fragile e friabile, la cui scarsa utilità la rende vile, abbietta e disprezzabile agli occhi degli uomini", e nondimeno aggiunge "è il padre dei metalli, infatti questi ultimi devono ad esso la loro origine, perchè rappresenta la prima manifestazione metallica terrestre".

Viene anche indicata coi nomi di arsenico, cadmio, antimonio, tuzia, tartaro, etc.. Tutti i minerali, con il nome ermetico, gli hanno fatto omaggio del loro nome.
Viene anche chiamata drago nero coperto di squame, serpente velenoso, figlia di Saturno...

Importantissimo, trovo che sia questo passo "questa sostanza primaria ha visto interrompersi la sua evoluzione per l'interposizione e la penetrazione di uno zolfo infetto e combustibile, che ne impasta il puro mercurio, lo trattiene e lo coagula".

Questo mercurio primitivo, questa "materia prima", è interamente volatile ma, coagulata dallo zolfo infetto, assume l'aspetto di una massa di cui sopra. Qui interviene il primo solve, necessario alla separazione delle due sostanze.

A questo punto, e ricordando anche le parole sopra (è la prima manifestazione metallica terrestre) possiamo pensare sia l'urina? Tutti i metalli, alla loro origine, erano urina? Mi sa di no... Bisogna trovare quel quid, quella forma androgina, quella quintessenza da cui poi scaturiscono e si differenziano tutti i tipi di minerali e metalli...
Kael non è connesso  
Vecchio 17-01-2009, 23.30.09   #109
Enoch
Ristruttura la casa
 
L'avatar di Enoch
 
Data registrazione: 21-03-2006
Messaggi: 305
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Ray Visualizza messaggio
Mah... se proprio si vuole parlarne in questi termini, la logica dice, come avevo già suggerito invano, che meglio dell'urina il candidato son le feci... oltre alle corrispondenze analogiche con gli altri livelli (anche se per te continua ad esistere solo quello prettamente materiale) si accorda alle varie descrizioni che si trovano in giro, tipo quella da te citata.
Potrebbe anche essere e non la escluderei a priori. Non esistono , per quanto ne sappia, opere che fanno riferimento esplicitamente alle feci, mentre per quanto riguarda l'urina ci sono parecchi scritti e riferimenti espliciti.
Per me esistono altri livelli oltre a quello materiale, ma per ora quello a cui sono interessato maggiormente è il materiale.
Enoch non è connesso  
Vecchio 17-01-2009, 23.55.40   #110
Enoch
Ristruttura la casa
 
L'avatar di Enoch
 
Data registrazione: 21-03-2006
Messaggi: 305
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
La materia filosofica è già la Pietra finita, visto che si deve partire dal metallo volgare per arrivare al metallo filosofico. Se si opera solo fisicamente sul metallo volgare esso resterà sempre volgare (per quanto raffinato lo si possa far diventare) ma non farà mai il "salto di qualità"...

Sull'operare filosoficamente, beh, questo è il segreto dei segreti, altrimenti sarebbero tutti Iniziati... Lasciano intendere però che solo decifrando il linguaggio allegorico che l'Alchimia usa si potrà accedere al giardino segreto dei filosofi.


Fulcanelli descrive la materia prima come "una massa solida, nera, densa, fibrosa, fragile e friabile, la cui scarsa utilità la rende vile, abbietta e disprezzabile agli occhi degli uomini", e nondimeno aggiunge "è il padre dei metalli, infatti questi ultimi devono ad esso la loro origine, perchè rappresenta la prima manifestazione metallica terrestre".

Viene anche indicata coi nomi di arsenico, cadmio, antimonio, tuzia, tartaro, etc.. Tutti i minerali, con il nome ermetico, gli hanno fatto omaggio del loro nome.
Viene anche chiamata drago nero coperto di squame, serpente velenoso, figlia di Saturno...

Importantissimo, trovo che sia questo passo "questa sostanza primaria ha visto interrompersi la sua evoluzione per l'interposizione e la penetrazione di uno zolfo infetto e combustibile, che ne impasta il puro mercurio, lo trattiene e lo coagula".

Questo mercurio primitivo, questa "materia prima", è interamente volatile ma, coagulata dallo zolfo infetto, assume l'aspetto di una massa di cui sopra. Qui interviene il primo solve, necessario alla separazione delle due sostanze.

A questo punto, e ricordando anche le parole sopra (è la prima manifestazione metallica terrestre) possiamo pensare sia l'urina? Tutti i metalli, alla loro origine, erano urina? Mi sa di no... Bisogna trovare quel quid, quella forma androgina, quella quintessenza da cui poi scaturiscono e si differenziano tutti i tipi di minerali e metalli...
Le tue sono osservazioni interessanti però è noto che esistono in alchimia varie vie per arrivare alla pietra, di conseguenza possono esistere anche varie materie di partenza. Quindi l'una non esclude l'altra a priori.
Tu citi Fulcanelli, autore contemporaneo e di cui non si ha nemmeno la certezza che realizzò la pietra.
Non ho letto tutte le opere di quest'ultimo ma è abbastanza evidente che la via principale seguita da esso è quella secca, utilizzante la stibnite (mi sembra trisolfuro di antimonio) come materiale di partenza.
Ad un certo punto del procedimento di purificazione e di animazione del metallo si dice in giro che bisogna aggiungere anche un certo sale che, guardacaso, si ricavava dall'urina e dagli escrementi animali od umani, quindi anche in questo caso: "niente urina, niente pietra!"

Altri autori passati citano quale prima materia dei metalli il mercurio. Essendo la prima materia dei metalli questo tipo di mercurio non è ovviamente un metallo (quindi l'antimonio non è la prima materia dei metalli). Secondo questi autori non si origina negli abissi della terra ma nel cielo, e qui potrebbe iniziare un'altro discorso su un'altra sostanza particolare (da cui secondo me si potrebbe ricavare la pietra) ma ora non credo sia il caso.

Ultima modifica di Enoch : 18-01-2009 alle ore 00.02.26.
Enoch non è connesso  
Vecchio 18-01-2009, 13.35.30   #111
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Enoch Visualizza messaggio
mentre per quanto riguarda l'urina ci sono parecchi scritti e riferimenti espliciti.
Questo dovrebbe già mettere in guardia, se sono così espliciti si può star quasi certi che non sia la verità, ma soltanto un esempio allegorico di altro... (l'alchimia è una scienza ermetica..)

Citazione:
Originalmente inviato da Enoch Visualizza messaggio
Le tue sono osservazioni interessanti però è noto che esistono in alchimia varie vie per arrivare alla pietra, di conseguenza possono esistere anche varie materie di partenza. Quindi l'una non esclude l'altra a priori.
Tu citi Fulcanelli, autore contemporaneo e di cui non si ha nemmeno la certezza che realizzò la pietra.
Questo è un altro trucco ermetico. Sembra che ci siano varie vie solo perchè ogni autore mescola gli argomenti fra loro facendogli assumere un ordine cronologico diverso, ma in fondo la sostanza è la stessa. Anche la via secca e la via umida sono due modi diversi di operare ma partendo dalla medesima materia prima...

Citazione:
Altri autori passati citano quale prima materia dei metalli il mercurio. Essendo la prima materia dei metalli questo tipo di mercurio non è ovviamente un metallo (quindi l'antimonio non è la prima materia dei metalli). Secondo questi autori non si origina negli abissi della terra ma nel cielo, e qui potrebbe iniziare un'altro discorso su un'altra sostanza particolare (da cui secondo me si potrebbe ricavare la pietra) ma ora non credo sia il caso.
Questi autori del passato sono del tutto in linea col pensiero di Fulcanelli, il quale dice che il mercurio primitivo sia una sostanza interamente volatile... Anche qui non vedo contraddizioni ma soltanto modi diversi di esprimere la stessa cosa...

---------------------------------

Quando il capo vuole, io sono sempre in attesa di leggere dell'Ormus, quello che la scienza moderna ha definito il "seme della materia". Purtroppo, se si cerca con google, vengono fuori di quei risultati...

Quel che so, è che questo sale magnetico viene raffigurato dalla salamandra (dal latino sal- sale, e mandra- stalla, grotta, roccia) quindi il sale di stalla, sale di roccia..

Il sale, spirito o fuoco nasce dunque in una stalla, in una grotta, e questo è sufficiente per ricordarci la nascità di Gesù... Non era forse lui il bambino nato in una mangiatoia nella grotta di Betlemme, il nuovo sale che porta la luce nel mondo?
Kael non è connesso  
Vecchio 19-01-2009, 10.14.42   #112
Enoch
Ristruttura la casa
 
L'avatar di Enoch
 
Data registrazione: 21-03-2006
Messaggi: 305
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Questo dovrebbe già mettere in guardia, se sono così espliciti si può star quasi certi che non sia la verità, ma soltanto un esempio allegorico di altro... (l'alchimia è una scienza ermetica..)


Questo è un altro trucco ermetico. Sembra che ci siano varie vie solo perchè ogni autore mescola gli argomenti fra loro facendogli assumere un ordine cronologico diverso, ma in fondo la sostanza è la stessa. Anche la via secca e la via umida sono due modi diversi di operare ma partendo dalla medesima materia prima...

Questi autori del passato sono del tutto in linea col pensiero di Fulcanelli, il quale dice che il mercurio primitivo sia una sostanza interamente volatile... Anche qui non vedo contraddizioni ma soltanto modi diversi di esprimere la stessa cosa...
Secondo me se anche un'alchimista rendesse pubblico il metodo per fare la pietra non verrebbe creduto, quindi a volte il metodo migliore per nascondere la verità è quello di esporla liberamente.
Comunque per vedere se una cosa è giusta o meno è la pratica.

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio
Quando il capo vuole, io sono sempre in attesa di leggere dell'Ormus, quello che la scienza moderna ha definito il "seme della materia". Purtroppo, se si cerca con google, vengono fuori di quei risultati...
I metodi per creare la polvere di oro bianco (partendo dall'oro, non dai sali del mar morto) sono pubblici.
Pur avendo una strumentazione molto più che casalinga sono riuscito nell'opera.

Citazione:
Originalmente inviato da Kael Visualizza messaggio

Quel che so, è che questo sale magnetico viene raffigurato dalla salamandra (dal latino sal- sale, e mandra- stalla, grotta, roccia) quindi il sale di stalla, sale di roccia..

Il sale, spirito o fuoco nasce dunque in una stalla, in una grotta, e questo è sufficiente per ricordarci la nascità di Gesù... Non era forse lui il bambino nato in una mangiatoia nella grotta di Betlemme, il nuovo sale che porta la luce nel mondo?
Grazie per aver svelato uno dei tanti (credo) significati di Salamandra, molto interessante.
Detta così sembrerebbe che sia il salnitro.
Il salnitro però è una manifestazione secondaria dello "spirito", che scendendo dal cielo ad un certo punto si differenzia in un sale volatile ed in un sale fisso, e per quanto ne sappia io tutte le vie non possono prescindere da essi.
Molti sali fissi sono dei "magneti", basti pensare al sale di tartaro calcinato il quale dopo poco tempo assorbe dall'aria umidità e nitro. Altre sostanze altamente "assorbenti" sono per esempio il tricloruro di antimonio più comunemente conosciuto come burro di antimonio e qui, forse, ci si ricollega con il Fulca.

Ultima modifica di Enoch : 19-01-2009 alle ore 10.17.52.
Enoch non è connesso  
Vecchio 19-01-2009, 22.35.50   #113
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

non mi ricordo piu' da dove siamo partiti nella discussione, ne' intravedo dove possa arrivare il discorso...



mi raccomando pero', restiamo saldi alle cose pratiche. se c'è una cosa che so dell'alchimia è che essa è molto, molto piu' pratica di quanto si possa immaginare. Almeno agli inizi è cosi. Piu avanti nel percorso non so..
A92 non è connesso  
Vecchio 20-01-2009, 01.01.20   #114
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Enoch Visualizza messaggio
Secondo me se anche un'alchimista rendesse pubblico il metodo per fare la pietra non verrebbe creduto, quindi a volte il metodo migliore per nascondere la verità è quello di esporla liberamente.
Comunque per vedere se una cosa è giusta o meno è la pratica.
Io infatti sto ancora cercando un drago nero da combattere, ma ancora non l'ho trovato... Scherzi a parte (e qua chiudo con l'intermezzo) l'Alchimia è la scienza che studia le cause, la Spagiria invece, come la moderna chimica, studia prevalentemente gli effetti (cioè faccio e poi vedo che succede) .. non che non sia utile, ma fra le due c'è una netta differenza.

Citazione:
I metodi per creare la polvere di oro bianco (partendo dall'oro, non dai sali del mar morto) sono pubblici.
Pur avendo una strumentazione molto più che casalinga sono riuscito nell'opera.
A me non interessa creare la polvere di oro partendo dall'oro, bisognerebbe ottenere l'oro partendo dal "vil metallo" visto che noi uomini non siamo ancora "oro" e non potremmo ottenerlo se non alla fine dell'Opera...

Mi interessava invece quello che aveva detto Uno in merito, che Ormus era nome azzeccato perchè dava l'idea di orma, "ormeggiare", quindi attecchire in questo mondo, nella materia, da qui dunque l'attinenza con la materia prima...
Kael non è connesso  
Vecchio 20-01-2009, 21.55.28   #115
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

ehila
vi riporto l'impressione che io mi sono fatto in questi anni in merito all'alchimia, e alla suddivisione che è stata fatta sopra.

io credo fermamente che l'alchimia spieghi la vita: il perche ed il come di ogni fenomeno naturale. Questo comprende quindi il tutto, dal come e perche si cucina un piatto di pasta al come e perche siamo qui sulla terra.

Tocca quindi, sempre secondo me ogni settore della vita e della natura, dai piu apparentemente ovvi, a quelli estremamente complessi o sconosciuti.

Tocca ognuno di questi aspetti dandone una scientifica spiegazione approfondita, nel senso che mi spiega non solo come fare ma anche perche, dimostrandone le motivazioni con chiare prove pratiche.
ecco
Quindi una definizione semplice direi.

La spagiria non è altro che alchimia, applicata al solo capo del mondo vegetale . Quindi non posso dire che la spagiria non sia alchimia, ma è quella parte dell'alchimia che spiega e racconta il mondo vegetale. Non è quindi meno profonda dell'alchimia stessa, solamente si differenzia da altre branchie quali ad esempio l'alchimia metallurgica, ma, mi ripeto, le basi sono identiche.

tutto qui

saluti
A92
A92 non è connesso  
Vecchio 20-01-2009, 22.13.09   #116
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Rispetto le tue impressioni A92 ma Spagiria e o Archimia sono cose diverse dall'Alchimia.
Le prime due possono essere definite progenitrici della chimica, l'Alchimia no
Uno non è connesso  
Vecchio 20-01-2009, 23.12.08   #117
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

spiego il perche delle mie impressioni

per due motivi

primo motivo perche gli egizi, padri dell'alchimia, non hanno mai (credo) fatto alcuna distinzione o suddivisione del proprio stile di vita. quando ad esempio operavano in campo medico non hanno distinto tra operazioni di metallurgia o spagiria o quant'altro. Era semplicemente fatto secondo quanto credevano loro fosse giusto.

secondo motivo perche quando preparo la mia tintura spagirica, io non cerco il principio attivo come fa la medicina o chimica nella molecola, ma nell'energia che regola la vita di quella pianta. Io cerco di isolare la vita e l'energia. la chimica non fa questo, bensi cerca di vendere molecole spacciandole per vita, ma quelli chimici sono preparati "morti"
A92 non è connesso  
Vecchio 20-01-2009, 23.49.28   #118
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

L'Alchimia non è metallurgia.
La distinzione principale tra le due, detta in maniera sintetica ed imprecisa è che la spagiria si può fare senz'anima solo tecnicamente, l'Alchimia no.
Poi puoi anche studiare e praticare la spagiria con l'anima, ma comunque non sarà mai Alchimia
Uno non è connesso  
Vecchio 21-01-2009, 15.28.37   #119
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

vai avanti please
A92 non è connesso  
Vecchio 24-01-2009, 00.31.44   #120
Enoch
Ristruttura la casa
 
L'avatar di Enoch
 
Data registrazione: 21-03-2006
Messaggi: 305
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da A92 Visualizza messaggio
non mi ricordo piu' da dove siamo partiti nella discussione, ne' intravedo dove possa arrivare il discorso...



mi raccomando pero', restiamo saldi alle cose pratiche. se c'è una cosa che so dell'alchimia è che essa è molto, molto piu' pratica di quanto si possa immaginare. Almeno agli inizi è cosi. Piu avanti nel percorso non so..
Eravamo partiti dall'Urina, per passare poi dall'antimonio e a bomba siamo arrivati fino allo spirito universale, rugiada e giù di li.

Vorrei ricordare che gli stessi principi che si trovano in natura per realizzare l'opera alchemica si devono trovare anche nell'uomo (microcosmo).

Quindi un collegamento tra i due estremi lo trovo, e non mi sembra un ragionamento particolarmente contorto.
Enoch non è connesso  
Vecchio 27-01-2009, 00.22.15   #121
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

non è un ragionamento contorto

ma cosi credo che non se ne esca

siamo tutti, credo, consapevoli delle difficoltà nell'affrontare l'argomento alchimia.
Quindi io proporrei, per quanto possibile, di partire dall'inizio e seguire una linea. Eravamo partiti bene, col primo post; dal principio e dalle definizioni
ora credo che ci siamo persi, almeno io sicuramente.

Ad esempio si parla di antimonio, ma non abbiamo detto cosa sia, quindi si da per scontato che tutti lo sappiano, ma, e sono certo di quel che dico, qui quasi nessuno sa di che si tratta..

Io propongo una continuazione logica e per argomenti, in maniera da non generare confusione o parlare senza possibilità di essere capiti, ed andare avanti..

A92 non è connesso  
Vecchio 03-02-2009, 12.55.34   #122
Uno
Amministratore
 
L'avatar di Uno
 
Data registrazione: 28-05-2004
Messaggi: 9,695
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da A92 Visualizza messaggio
vai avanti please
Dovrebbe essere emerso da vari discorsi, comunque per essere Alchimia occorre la partecipazione di un essere umano che in termini moderni è spiegabile inversamente con il principio di indeterminazione di Heisenberg.
Detta in maniera (molto) sintetica con questo principio si assume che qualsiasi fenomeno è condizionato dall'osservazione dello stesso fenomeno.
Tornando a noi, se un procedimento Alchemico lo seguo/preparo io sarà diverso dal se lo segui e lo prepari tu, come del resto qualsiasi cosa, anche cucinare una torta. Questo indagando bene avviene anche con la più "sterile" chimica, ma la concezione e la volontà di intenti, nonchè il risultato ricercato fa si che in questo caso ci si accontenti di un effetto che stia entro un certo range (campo) che tutto sommato non riusciamo neanche a vedere e che percepiamo come costante per tutte le ripetizioni del tal preparazione chimica.
Per capirci meglio, seguendo una ricetta precisa tutti riusciamo a fare una torta, se non riuscissimo a distinguere con il senso del gusto delle variazioni tra una torta ed un'altra, saremmo nella stessa condizione in cui una certa operazione chimica da sempre lo stesso risultato... o almeno ciò vediamo.

Con l'Alchimia vera il discorso cambia, non c'è un range (campo) di possibilità, c'è il cosiddetto piccolo spiraglio o passi per quello o non stai facendo Alchimia. Quindi i procedimenti sono importanti ma è altrettanto importante che l'Alchimista abbia delle specifiche caratteristiche, che poi alla fine si forma anche continuando a procedere nella Via dell'Alchimia.

La Spagiria è una via di mezzo tra l'Alchimia e la chimica da questo punto di vista.
Uno non è connesso  
Vecchio 03-02-2009, 21.33.50   #123
A92
Cittadino/a
 
L'avatar di A92
 
Data registrazione: 15-08-2006
Residenza: trento
Messaggi: 116
Predefinito

ok per ora tutto chiaro

continua please.......
A92 non è connesso  
Vecchio 04-02-2009, 00.20.14   #124
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Uno Visualizza messaggio
La distinzione principale tra le due, detta in maniera sintetica ed imprecisa è che la spagiria si può fare senz'anima solo tecnicamente, l'Alchimia no.
Io non avrei saputo dirlo in maniera migliore. Comunque si, si può dire che programmando un grande macchinario e dotandolo di tutti gli ingredienti necessari, esso saprà da solo eseguire e preparare qualsiasi tipo di ricetta e composto spagirico senza intervento umano, mentre dotandolo anche dell'oro più puro esso non potrà mai fare la Pietra, quella dipende soprattutto dall'Anima dell'Alchimista...
Kael non è connesso  
Vecchio 29-04-2010, 10.54.02   #125
Kael
Cittadino/a Emerito/a
 
L'avatar di Kael
 
Data registrazione: 06-08-2005
Messaggi: 3,153
Predefinito

Ho fatto alcune ricerche in francese (secondo Fulcanelli la lingua dei Diplomatici, ossia dei possessori della cabala fonetica, la lingua degli Dei) ed ho trovato analogie molto interessanti.

Mercurio (in francese mercure), si pronuncia in maniera impressionantemente simile a mére coeur, cuore di madre. Se prendiamo la Madre per eccellenza di tutti noi, la Santa Vergine, "notre dame", sappiamo anche che Gesù fu proprio il frutto del suo seno, del suo cuore. Il Mercurio dunque è il centro, il cuore, di quel Principio femminile, la Materia (Mater) rappresentato da Maria, la mère, foneticamente uguale a mer, mare.

Zolfo (soufre), dal canto suo, si pronuncia in maniera altrettanto simile a souffle (respiro) ed anche a soffio (sempre souffle). Ne deriva che Dio, all'inizio dei tempi, insufflò lo zolfo nella terra mercuriale da cui aveva plasmato l'uomo (come forma), e questo prese vita....

Ma non è finita. Il Sale, terzo Principio risultante dall'unione dei primi due (sel) si pronuncia foneticamente simile a scel, sigillo. Il Sigillo che "chiude" e sigilla appunto l'unione ormai più indivisibile dei primi due. Se alla morte quindi lo Spirito ci lascerà e "polvere eravate e polvere tornerete", con la Realizzazione della Grande Opera questo non sarà più possibile, zolfo e mercurio saranno "Sigillati" insieme per l'eternità, Spirito e Materia una cosa sola...
Kael non è connesso  
 


Strumenti discussione Cerca in questa discussione
Cerca in questa discussione:

Ricerca avanzata

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare files
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice vB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +2. Adesso sono le 19.23.10.




Powered by vBulletin Copyright ©2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Questo sito non è, nè può ritenersi assimilabile ad una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina della l. n. 62 del 2001. Il materiale pubblicato è sotto la responsabilità dei rispettivi autori, tutti i diritti sono di Ermopoli.it che incoraggia la diffusione dei contenuti, purchè siano rispettati i seguenti principi: sia citata la fonte, non sia alterato il contenuto e non siano usati a scopo di lucro. P.iva 02268700271